Servizi medici a casa tua
Infermiere Facile

L’agopuntura, insieme all’utilizzo della medicina cinese a base di erbe e /o alimenti, è una medicina alternativa che ripristina la salute, equilibrando e migliorando il flusso del Ki, il flusso dell’energia naturale del corpo. L’agopuntura ripristina il corretto funzionamento dei muscoli, nervi, vasi, ghiandole e organi.

Come può l’agopuntura migliorare la SII?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto l’agopuntura  come un trattamento valido per certe condizioni che mantengono una stretta relazione con la SII – Sindrome Intestino Irritabile: il dolore addominale, gli spasmi muscolari, la stitichezza e la diarrea.

L’agopuntura è stata inoltre considerata un mezzo per ridurre lo stress e una valida alternativa per risolvere problemi che spesso sono detonatori dei sintomi della SII, come: l’ansia, l’insonnia, il nervosismo, le coliche mestruali e la sindrome premestruale.

Cosa è l’agopuntura?

L’agopuntura, come il Tai Chi, è una delle antiche forme dell’arte curativa cinese tradizionale. A differenza del Tai Chi, l’agopuntura non è una terapia auto gestita, in cui una persona equilibra il ki del suo corpo (energia o forza vitale). L’agopuntura è invece un cambiamento di trattamento gestito da un medico allenato, che equilibra il ki del corpo stimolando le zone (punti di agopuntura) nei meridiani principali o canali in cui scorre il ki. Questi meridiani si trovano molto in profondità nel corpo e regolano tutti i processi fisici e mentali, emergendo nei diversi punti dell’agopuntura. Questa è quindi la stimolazione o la sedazione di questi punti con il fine di equilibrare il flusso del ki nel corpo.

L’opinione tradizionale cinese riguardo l’agopuntura riflette il concetto che il corpo è un sistema fisico, mentale, emotivo e spirituale complesso e integrale, in equilibro tra salute e malattia attraverso un flusso di energia in costante cambiamento. In linea con questo punto di vista si crede che gli squilibri in questo flusso di energia naturale sono quelli che causano malattie.

L’agopuntura, solitamente unita all’utilizzo di erbe medicinali e/o cibo cinese, ripristina la salute, equilibrando e migliorando il flusso di ki, ripristinando la giusta funzione di muscoli, nervi, vasi, ghiandole e organi.

Un trattamento di agopuntura rinforzerà il flusso del ki o eliminerà i “blocchi” nei meridiani mediante l’inserimento di aghi da agopuntura molto sottili e flessibili. Questi aghi si collocano in vari punti di agopuntura lungo i meridiani e ad una profondità che varia da giusto sotto la pelle a pochi centimetri al di sotto della stessa. È importante chiedere e verificare che il suo agopunturista lavori esclusivamente con aghi sterili e monouso. Uno dei rischi (sebbene poco frequenti) dell’agopuntura è una infezione o trasmissione di malattie contagiose, come l’epatite B, nel luogo della puntura.

Esistono migliaia di questi punti nel corpo e ognuno è associato a un organo interno o sistema di organi specifico. All’inserimento degli aghi nei punti di agopuntura, il paziente può non sentir nulla o avvertire una leggera sensazione di formicolio, dolore, calore o pesantezza. La maggior parte delle persone non avvisa alcun dolore causato dagli aghi, solo una sensazione fisica strana e poco comune, cosa molto differente, ma non spiacevole.

In una seduta si può arrivare a utilizzare da uno a venti aghi e spesso gli aghi vengono stimolati, dopo l’inserimento, torcendoli o riscaldandoli. Questo aumenterà la sensazione del Ki. Le sedute possono durare tra i 5 e i 60 minuti, in base alla situazione da curare, così come in base alla risposta del paziente all’agopuntura. In generale gli aghi restano inseriti tra i venti e i quaranta minuti.

Il numero e la frequenza dei trattamenti variano in base a chi li pratica e alla malattia da trattare. Possono variare da una sola seduta a diversi appuntamenti a settimana, durante un periodo che può arrivare addirittura a essere di diversi mesi. In generale per alleviare il dolore sono necessarie sei sedute per raggiungere i risultati.

Se non c’è sollievo dopo dieci sedute di trattamento, si può considerare inefficace il trattamento stesso. Un agopunturista credibile dovrebbe riconoscere il fallimento del trattamento e non continuare la terapia se non si osservano risultati. I trattamenti diventano meno frequenti man mano che la situazione migliora, tuttavia è solito raccomandare sedute di mantenimento una volta terminato il trattamento. Se lei soffre di una condizione cronica o che ha sofferto per un lungo periodo, può darsi che abbia bisogno di trattamenti regolari durante diversi mesi.

L’Agopuntura e la SII: Gli Studi Clinici

Abbiamo svolto una ricerca direttamente sull’utilizzo dell’agopuntura in comparazione con la terapia di rilassamento in pazienti con SII. Questa ricerca ha dimostrato che la qualità della vita e i sintomi gastrointestinali sono stati soddisfacenti allo stesso modo in entrambi i gruppi, ottenendo una riduzione significativa dei dolori addominali.

Tuttavia tra i pazienti seguiti durante un periodo di 4 settimane successiva ai test, solo tra i pazienti del gruppo dell’agopuntura i dolori erano ancora ridotti. D’altra parte si è osservato anche una riduzione significativa dello stress nel gruppo dell’agopuntura, ma non per il gruppo del rilassamento. La conclusione è stata che l’agopuntura è una forma efficace di trattamento della SII, sopratutto per i sintomi come dolore e stress, e che i suoi benefici superano quelli dei trattamenti rilassanti standard.

Possiamo quindi concludere dicendo che l’agopuntura è un trattamento naturale valido per trattare la SII. Bisogna trovare una persona idonea per portar avanti questo trattamento che può non essere efficace nel breve termine.

Se desidera ulteriori informazioni riguardo i trattamenti naturali per eliminare i dolori causati dalla SCI, continui a visitare il sito.

Potrà trovare tutte le risposte al suo problema e potrà disfarsi dei suoi dolori per sempre.