Welfare Aziendale e Sanità Integrativa
Ivan Verzilli

Partiamo subito rispondendo ad una domanda.

Che cos’è l’assistenza sanitaria integrativa? È una forma di tutela che permette di integrare la sanità pubblica, per quanto riguarda le prestazioni sanitarie ed i servizi medici, attraverso l’uso di Fondi sanitari integrativi.

Per dare una definizione più precisa, diciamo che questi Fondi sono enti, associazioni, società o compagnie di assicurazione, iscritti all’Anagrafe dei Fondi Sanitari.

In Italia non si parla molto del Fondo Assistenza Sanitaria Integrativa (FASI), poiché siamo spinti a pensare, sbagliando, che sia un concetto legato esclusivamente agli Stati Uniti.

Questo perchè negli USA non esiste un sistema sanitario nazionale interamente pubblico.

Come sappiamo, in Italia esiste un Sistema Sanitario Nazionale che eroga servizi medici gratuiti a tutti, ma le liste di attesa per analisi, visite e ricoveri, sono sempre molto lunghe.

Se si ha una certa urgenza, meglio rivolgersi a strutture private convenzionate, nelle quali i tempi di attesa si riducono notevolmente.

È qui che entrano in gioco i fondi sanitari integrativi: una copertura, totale o parziale, delle spese necessarie per usufruire dei servizi medici privati! (descrizione)

 

Chi può usufruire dei Fondi? Come si ottengono? 

 

Le categorie di soggetti che possono aderire, sono: lavoratori dipendenti, liberi professionisti, dirigenti e, in alcuni casi, i familiari a carico ed i pensionati.

Spesso l’adesione al Fondo è prevista dal contratto di lavoro: se decidete di iscrivervi, accertatevi prima del vostro stato controllando il contratto o rivolgendovi all’Ufficio del Lavoro o ad un sindacato.

La scelta di un piano di assistenza integrativa comporta vari accorgimenti, come valutare le strutture convenzionate ed i medici, il tipo di servizi previsti (fisioterapia, chirurgia, ecc.), la quota di copertura delle spese da sostenere.

È necessario concentrarsi sulle prestazioni di cui si ha bisogno, tenendo conto della zona geografica in cui ci troviamo e delle spese che ci possono essere rimborsate.

Anche per l’anno 2018, il FASI ha rinnovato l’offerta, agli iscritti al Fondo, di servizi come la richiesta di ambulanze nei casi urgenti, o l’invio di infermieri professionali per l’assistenza a domicilio.

 

 

Una possibile soluzione al fondo assistenza sanitaria integrativa

 

Quando l’assistenza offerta dal Sistema Sanitario Pubblico non è adatta alle tue esigenze, una possibile soluzione è Infermiere Facile!

Se cerchi servizi di assistenza infermieristica a domicilio, hai un tuo caro costretto a letto bisognoso di cure, medicazioni o semplici controlli, noi abbiamo quello che fa al caso tuo.

Infermiere Facile è il primo sistema infermieristico e di assistenza domiciliare in Italia, a Teramo.

Il Direttore Ivan Verzilli, ha ideato questo sistema di assistenza basandosi sul metodo Total Care, di “assistenza totale” della persona, sia dal punto di vista fisico che psicologico.

Per maggiori informazioni e per ricercare i contatti, visita il sito web http://www.InfermiereFacile.com!

Contatta Ivan Verzilli, direttore di Infermiere Facile

 

Fondo assistenza sanitaria integrativa: cos’è e a cosa serve ultima modifica: 2018-10-20T18:00:21+00:00 da Ivan Verzilli